— La mente di Don Giovanni —

Atto I – Scena I

(Stringichiappa, servo astuto di Don Giovanni, gongola tra le lenzuola del suo letto)

Stringichiappa: ma che bello stare qui
…………………..a poltrire tutto il dì,
…………………..a girarmi e gongolare
…………………..nel mio letto finché mi pare

(si sente bussare alla porta)

                            Eccallà, ci avrei giurato:
…………………..il sonno m’era troppo grato!
…………………..Chiunque bussi a questa porta
…………………..giri i tacchi e la faccia corta!

Don Giovanni: non chiunque, maledizione,
…………………a bussare è il tuo padrone!

Stringichiappa: (addio sogni e tepor’ di letto:
…………………..rompe sempre ‘sto maledetto).
.………………….Entrate pure, Don Giovanni,
…………………..si tratta forse d’altri inganni?

(entra in scena Don Giovanni) 

Don Giovanni: ma che intuito strabiliante!

Stringichiappa: non a caso son’ vostro aiutante

Don Giovanni: bando alle ciance, facciamo in fretta,
…………………c’è giù che m’ “attende” un’altra donnetta

Stringichiappa: se attende voi, io cosa c’entro?
………………….Se non vi spiace, mi rificco qui dentro

(Stringichiappa si rimette sotto le lenzuola ma Don Giovanni lo scopre nuovamente)

Don Giovanni: nemmeno per sogno, oh mio Stringichiappa!

Stringichiappa: infatti è dal sogno che or’ mi si strappa!

Don Giovanni: lascia perdere letto e sogni
…………………e pensa piuttosto ai miei bisogni:
…………………Donna Elvira, il suo nome è questo,
…………………voglio “soffiare” al suo uomo onesto

Stringichiappa: lo conosco: è muscoloso ed aitante;
………………….si chiama Luca, è un focoso amante

Don Giovanni: ma il suo amante sarò io, stamani
…………………se tu – da bravo – lo “stallone” allontani

Stringichiappa: ma come faccio? Ditemi voi?

Don Giovanni: sei tu la mente: son’ fatti tuoi

Stringichiappa: ma padrone, stavolta non posso:
………………….di Luca ho paura; è un vero colosso

Don Giovanni: il tuo padrone sono io, infatti:
…………………tu devi obbedirmi, son’ questi i patti.
…………………Ti aspetto in piazza tra circa un’ora,
…………………mentre il cervello, genial’, ti lavora

(Don Giovanni esce di scena e Stringichiappa, rimasto solo, inizia
a girare intorno per tutta la stanza)

Stringichiappa: maledizione, or’ cosa m’invento?
…………………..Sto come una foglia in balia del vento.
…………………..Il tempo scorre e nulla ho in mente;
…………………..dannato padrone, vi scoppiasse un dente!

(improvvisamente si blocca con il viso entusiasta)

                            Eureka! Eureka! Forse ho trovato:
…………………..or’ mi sovviene che Luca è soldato;
…………………..la mia idea non è niente male,…
…………………..mi serve un vestito da generale (…continua su Bibliotheka Edizioni)

La_Mente_Don_Giovanni

(Torna alla biblioteca magica)